Gli uragani e le forti tempeste sono sempre più frequenti, danneggiando barche, yacht, banchine, pontili e qualsiasi cosa su cui si abbattono. In condizioni di burrasca, la catena in un ormeggio convenzionale si estende quasi completamente. Quando ciò accade, l'elasticità fornita dalla curva catenaria viene persa. La catena diventa un'asta d'acciaio rigida tra l'ancoraggio inferiore e la barca. Qualsiasi ulteriore aumento delle forze del vento o delle onde deve essere assorbito da un componente nel sistema di ancoraggio. Qualcosa è destinato a non reggere. L'ancora si allenta, lo stendardo si rompe o una bitta si strappa, e questo non è un problema solo in caso di ormeggi con catena.

Altri tipi di sistemi di ormeggio creano problemi perché le forze dinamiche non sono pienamente considerate nella progettazione dei prodotti. Molte persone vengono confuse da forze dinamiche vs effettive. Per gli ormeggi a punto singolo durante una tempesta, il punto è tutto nell’assorbimento di energia. Chiunque creda che le equazioni quasi statiche funzionino in ambienti dinamici non è mai stato su una barca in una tempesta ... non è un evento statico! Le onde sono eventi dinamici e le barche si muoveranno rispetto alle ancore; è allora che la massa diventa un fattore importante nell'equazione.

La maggior parte degli ormeggi segue una sorta di curva progressiva in cui la forza aumenta in funzione della deflessione o dell'allungamento, non diversamente dall'effetto catenario di un ormeggio a catena. Man mano che una linea di ormeggio si allunga sempre di più, la forza aumenta esponenzialmente. La maggior parte delle cime è limitata a un allungamento inferiore al 20% ai carichi di lavoro. Altri prodotti sono progettati per allungarsi fino ad una certa percentuale, forse al 50%, prima che subentrino in una sorta di limite (ad esempio una cima di trazione con una resistenza alla rottura di 18-24.000 libbre (8-11.000 kg)). Una volta che la linea limite ha assorbito quanta più energia possibile, la forza sale alle stelle a quel punto qualsiasi onda aggiuntiva, energia del vento o corrente spezzerà il collegamento più debole del sistema, probabilmente le bitte dell’imbarcazione. In molti casi, l'ormeggio effettivo rimarrà intatto. Se Le bitte si rompono e la barca impatta sugli scogli, i danni salgono alle stelle perchè l'ormeggio non ha fatto il suo lavoro, non ha assorbito energia come avrebbe dovuto fare per proteggere l’imbarcazione.

La qualità del sistema Hazelett sta nella forma della sua curva di forza e nella notevole quantità di energia che può assorbire. Con un carico di lavoro massimo di 2.800 libbre (1.300 kg) al 100% di allungamento, un sistema quadruplo da 10 piedi (3 m) assorbirà oltre 14.000 piedi * libbre (19.000 Nm) di energia. A questo punto, la curva di forza Hazelett si appiattisce per assorbire ancora più energia senza superare il carico di rottura di altri componenti. A 50.000 piedi * lb (67.800 Nm) di assorbimento di energia, siamo ancora al di sotto del tratto del 200% a cui è testata ogni corsa. Con un allungamento di oltre il 400%, il carico aumenta, dimostrando un ampio margine di sicurezza, rendendo il sistema molto affidabile. Se si trascura lo spostamento del vento, della corrente e delle varianti nei calcoli di base, tutti fondamentali nei calcoli dell'attracco a punto singolo, gli ormeggi saranno eccessivamente sollecitati, accelerando lo sfregamento e rompendo le bitte. Se non vuoi che le tue barche vengano danneggiate o che i pontili vengano distrutti ogni volta che c'è una tempesta, considera l'assorbimento di energia come fattore primario quando decidi quale soluzione di ormeggio scegliere.

Energy absorption is the name of the game.  Neglecting shifting wind, current, and harmonics in base calculations, all critical in Single Point Mooring calculations, will lead to over-stressed pendants, accelerating chaffing and breaking cleats off.  If you don’t want your boats washed up on shore or your docks destroyed every time there’s a storm, keep energy absorption at the forefront of your mind when deciding which mooring solution to pursue.

0 commenti

Leave a Reply

it_ITItalian
en_USEnglish fr_FRFrench es_ESSpanish arArabic ru_RURussian nl_NLDutch jaJapanese pt_PTPortuguese de_DE_formalGerman zh_CNChinese caCatalan elGreek hrCroatian it_ITItalian
Share This